fbpx

07. Il Fondotinta: come scegliere quello giusto?

E’ uno di quei prodotti tanto amato quanto odiato! Si perchè ci sono molte donne che preferiscono lasciare respirare la pelle e non dover avere a che fare con il fondotinta, altre invece, come la sottoscritta a cui piace perfezionare la base con un velo di fondo. Una domanda che mi hanno fatto spesso molte amiche è la seguente“Come faccio a scegliere il fondotinta perfetto per me?” e questo mi ispirato la puntata del podcast di oggi.

Parliamo infatti delle diverse tipologie di Fondotinta, per fare chiarezza, come scegliere quello giusto e gli errori da non fare.

Le tipologie di Fondotinta

Possiamo dividere i fondotinta a seconda della loro texture:

  • Fondotinta liquidi
  • Fondotinta compatti in crema
  • Fondotinta compatti in polvere
  • Fondotinta minerali
  • Fondotinta in mousse
  • Fondotinta in stick
  • Creme colorate
  • BB Cream

Come scegliere il fondotinta

Una volta individuata la texture più adatta a voi bisogna procedere con la scelta del colore e qui è dove le cose si complicano.

Tendenzialmente ci rechiamo in negozio e iniziamo a provare un numero infinito di colorazioni sulla mano o sul braccio, niente di più sbagliato.

Se è presente una commessa, fatevi aiutare a trovare la share che più si avvicina al vostro colore di pelle e fare delle prove direttamente sulla guancia. Andate alla luce naturale per valutare quale colore è il giusto match.

Per chi non ha la possibilità di andare in negozio ci sono molti tool online chiamati “shade finder” che dopo una serie di domande che ti pongono sulla tua tipologia di pelle e sui tuoi colori ti indicano quale è il colore ideale per te.

Digitando su google “shade founder” i primi siti che hanno questa applicazione sono: Sephora.com, Mac cosmetics, Nabla.

Soprattutto se acquistate online fate attenzione ai nomi delle diverse colorazioni: per esempio il colore IVORY di Nabla sicuramente sarà diverso da quello di MAC. Tenete presente che ogni brand palette e la sua modalità di catalogare le tinte.

Per fortuna a darci una mano adesso è arrivato un sito davvero geniale. Si chiama Findation.com e sulla base delle tonalità di fondotinta che usate o avete usato più spesso in passato è in grado di indicarvi quelle “corrispondenti” di decine e decine di marche e tipologie diverse. Tutto quello che dovete avere a portata di mano, al momento in cui decidete di utilizzarlo, è il nome esatto del colore di almeno un paio di fondotinta che ritenete siano i migliori o, comunque, quelli più azzeccati tra tutti quelli che utilizzate. Più ne inserite, più la ricerca sarà accurata e precisa. Il sito è completamente gratuito e hanno una quantità incredibile di marchi – inoltre è aggiornato con anche i prodotti che sono andati fuori produzione.

Due aspetti importanti quando scegliamo il fondotinta: il colore (o sottotono) e la tonalità.

CAPIRE IL SOTTOTONO

E’ la tinta dominante della nostra pelle, esistono tre tipologie: ROSE, NEUTRAL e WARM.

Per capire di quale famiglia fai parte, guardare il colore delle vene del braccio. Se le vene sono bluastre hai un sottotono Rose, se invece sono verdi sei Warm, se sono tra il verde e il blu sei un Neutral.

CAPIRE LA TONALITA’

La tonalità è invece l’altezza di tono del vostro colore: chiarissimo (FAIR), chiaro (LIGHT), medio (MEDIUM), scuro/abbronzato (TAN), molto abbronzato (DARK), scuro (RICH) molto scuro (DEEP).

Io solitamente se trovo un fondotinta che mi piace compro più tonalità dello stesso fondotinta così da poter usarlo tutto l’anno miscelandolo.

Consigli pratici per una copertura perfetta

Negli anni ci sono state diverse mode sulla modalità di applicare il fondotinta, in primis si usava il pennello a lingua di gatto, poi si è passati alle dite e infine in questi anni alle spugnette, chiamate blender. Queste diverse tecniche ci portano ad avere diversi risultati.

Beauty Blender: sono spugnette sagomate che a contatto con l’acqua aumentano di dimensioni. Io ne ho diverse e le uso per applicare il fondotinta per avere un effetto naturale, la blender infatti assorbe molto prodotto e sul viso ne rimane la giusta quantità. Importante però sfumare molto bene, non dimenticandosi i dettagli come ai lati del naso e delle orecchie l’attaccatura dei capelli.

Beauty Blenders

Un altro metodo che mi piace è stendere i fondi con le dita, uso questa tecnica quando sono più di fretta e non devo applicare un fondo coprente, ma magari una bbcream. Si applica poco prodotto sulle mani e dal centro del viso si tira verso l’esterno. Consiglio questo metodo per chi è alle prime armi.

Il pennello a lingua di gatto non è mai stato tra i miei preferiti, trovo che l’applicazione non sia omogenea, ma so che le makeup artist lo usano molto spesso tuttora.

Gli errori da non fare

  1. Usare una crema sbagliata per il proprio tipo di pelle, il fondotinta potrebbe non assorbirsi bene.
  2. Scegliere un colore sbagliato di fondotinta, l’effetto sulla pelle risulterà finito e pesante.
  3. Comprare un unico fondotinta per tutto l’anno, meglio cambiare texture per inverno/estate e share a seconda della propria tonalità.

I fondotinta sul mercato sono davvero tantissimi, dai più economici a quelli più costosi, quelli per pelli giovani o pelli mature, in ogni caso ricordatevi sempre gli errori da non fare quando andate a sceglierne uno e se vi vengono in mente delle domande che vorreste farmi non vi basta che scrivermi su IG o per email e vi risponderò molto volentieri.


  0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*